mercoledì 4 novembre 2009

MUSE - 'Undisclosed Desires'

Secondo, atteso singolo per i Muse di Matthew Bellamy: IndiExplosion è lieta di presentarvi uno dei pezzi che più ha suscitato diverse e contrastanti opinioni sul web. Vogliamo parlarvi, per l'appunto, di 'Undisclosed Desires', estratto dall'album "The Resistance", un segno di continuità dopo 'Uprising' essendo le due tracce molto da mainstream, a mio avviso. All'interno di un album che varia tra alti ('Unnutural Selection') e bassi ('I Belong To You') ben si colloca questa 'Undisclosed Desires', lenta, parecchio dance-pop che schiaccia l'occhiolino ai Depeche Mode, ma non so fino a quanto riuscita nell'intento di "ammaliare" i propri fan. Il viraggio della band britannica verso il mainstream si rivela un'arma a doppio taglio, come per tutti i gruppi che hanno effettuato tale scelta: via il passato, via l'elettronica alla base di tutti i pezzi (o quasi) e benvenuto ai coretti pop, ai ritmi più lenti e scontati che ne diminuiscono la qualità. Anche per loro, ce ne faremo una ragione...


9 commenti:

Anonimo ha detto...

oddio. la base sembra quella di un pezzo di timbaland.

Fabbra ha detto...

PESSIMO/I.....

Luca ha detto...

Sono diventati più melodici e si stanno "commercializzando". Il buon Matthew non usa più la sua voce come una volta..
Vediamo al concerto se torneranno i vecchi e favolosi Muse.

fab ha detto...

Questo singolo è davvero brutto, se l'avesse presentato Timbaland non lo avremmo nemmeno cagato!! E non è la prima volta che i Muse falliscono (Supermassive Black Hole). Stanno cambiando, ma in peggio!

Anonimo ha detto...

sono l'anonimo del primo messaggio, alessandro. devo dirti fab che a me alla fine supermassive non era affatto dispiaciuto, virava sempre più verso la anthemicità e l'elettronica ma aveva una manciata di pezzi davvero azzeccati!

Espo ha detto...

troppa esagerazione nelle vostre parole, addirittura arrivare a timbaland mi pare un po' eccessivo, ma noto che il paragone sul web si fa sempre più frequente

Anonimo ha detto...

definire Supermassive BH un fallimento è una bestemmia..dai ma come si fa?!!e si starebbero commercializzando solo perchè cambiano (come tutte le cose in naturaa!!!!) e toccano altre sonorità???!!..bah..alla faccia dell'evoluzione..io sono per la sperimentazione, fossilizzarsi sempre sullo stesso genere lo trovo così noioso..sono semplicemente geniali..e coraggiosi!!
ecco..m'è venuto fuori un pippone pazzesco..cmq w i muse vi adoro geniali cm sempre!
elena

Anonimo ha detto...

edit
schiaccia l'occhiolino nn se po proprio sentì..e un'altra cosa: Il buon Matthew non usa più la sua voce come una volta..EHHHH??? ma stiamo parlando dello stesso bellamy?!!O.o bah..

Espo ha detto...

caro anonimo, non puoi non accorgerti, anche se sei un grande fan dei Muse, della notevole differenza rispetto ai tempi di showbiz...là c'erano pezzi che al solo pensiero ti mettevano i brividi: continuo anche col sostenere che la voce di Matthew si è ammosciata cosi come i suoi pezzi, poi ognuno ovviamente può pensarla come vuole...la mia non è cmq una bocciatura, solo una semplice constatazione...ps: il cambiamento verso il commerciale non è affatto segno di originalità, anzi al contrario è un voler inseguire a tutti i costi il successo garantito dal mainstream (e x me questo non è sperimentare, sperimentare è showbiz).