giovedì 15 marzo 2007

RECENSIONE: KAISER CHIEFS: YOURS TRULY, ANGRY MOB

Gli anglofili puri avranno ancora nelle orecchie il bellissimo album d'esordio di questa band che appena due anni fa aveva fatto gridare ad una resurrezione in grande stile del brit/pop/rock. Quando, nel 2005, uscì 'Employment' si ebbe l'impressione di un uragano: energia rock allo stato puro con un tocco di anni '80 che, francamente, aveva mandato molti di noi in estasi. Si dice che sia molto più difficile ripetersi piuttosto che "fare il botto" da sconosciuti. Purtroppo dobbiamo ammettere che i Kaiser Chiefs non sono stati l'eccezione che molti potevano attendersi. 'Yours Truly, Angry Mob' è un bel disco pop/rock, che denota uso approfondito di tutti gli ingredienti tipici di questo filone musicale. Manca però quella spruzzata di geniale imprevedibilità che aveva caratterizzato il primo disco e che aveva lanciato questi 5 ragazzetti di Leeds al successo planetario. Dopo svariati ascolti non si riescono a trovare quei possibili singoli trascinanti che 'Employment' aveva fornito a bizzeffe ('Oh My God', 'Modern Way', 'Everyday I Love You Less And Less', 'I Predict a Riot'). Attenzione: stiamo parlando di un disco che viaggia da settimane al primo posto nelle UK charts. Ma siccome le band vanno giudicate a partire dal loro potenziale, la sentenza è che ci si poteva attendere qualcosina in più dai Kaiser Chiefs. Forse hanno pensato un po' troppo a dimostrare di aver acquisito maturità, a scapito di quella spensieratezza che era stata la loro arma vincente all'esordio. Tuttavia, 'Yours Truly, Angry Mob' resta un disco di livello, trascinato dal bel singolo 'Ruby'. All'interno del disco si spazia dall'arrabbiata e particolare 'The Angry Mob' alla ballatona schitarrante 'Love Is Not A Competition (but I'm Winning)' fino al (possibile) prossimo singolo 'Heat Dies Down', un pezzo molto rock che rispecchia l'anima di questa band. A chiudere il disco, la martellante 'Retirement', mentre merita una segnalazione anche 'Thank You Very Much', possibile brano-tormentone dal sound incalzante. Complessivamente, un piccolo passo indietro di una band dall'enorme potenziale. In parte ancora da esprimere.

11 commenti:

Espo ha detto...

Peccato per quest'album che non è niente di che: un destino che accomuna Maximo Park e Kaiser Chiefs, bello il singolo per il lancio, ma poi, il resto??????

Fabbra ha detto...

Che dire...anche per me vale la stessa cosa...mi aspettavo più inoovatività e più qualità da questi ragazzi che col primo cd hanno fatto sfaceli!
Il singolo RUBY mi aveva fatto sognare ma poi nulla più...forse ormai il loro sound è fin troppo ripetitivo e finisce per essere troppo sminuito se utilizzato così ridondantemente nell'album.
Concordo con Fab per sulle uniche canzoni da salvare,bella la ballatona LOVE IS NOT COMPETITION che mi ricorda un pò i lentoni dei Duran Duran in stile ORDINARY WORLD.

Fabbra ha detto...

Possibile singolo anche I CAN DO IT WITHOUT YOU (molto britpop anni '90).

fabryd ha detto...

I Can Do It Without You potrebbe in effetti uscire come singolo, ma mi sembra piuttosto scialba... confermerebbe l'appiattimento generale che abbiamo riscontrato nell'album...

Anonimo ha detto...

ma ke state a di...questo album non è asolutamente inferiore a quello precedente,forse dovreste ascoltarlo meglio visto ke non avete nemmeno citato la canzone forse migliore dell'album che è "everything is average nowadays"

Anonimo ha detto...

I don't even know the way I finished up right here, but I believed this put up was once good. I do not recognise who you are but certainly you're
going to a famous blogger in case you aren't already. Cheers!
Have a look at my web-site ; click the following internet page

Anonimo ha detto...

I enjoy, result in I discovered just what I was taking a look
for. You've ended my 4 day lengthy hunt! God Bless you man. Have a great day. Bye

Check out my homepage - domains for sale
Also see my website - domains for sale

Anonimo ha detto...

I drop a leave a response each time I appreciate a post on a blog or if I have something to
add to the conversation. Usually it is triggered by the passion communicated
in the article I read. And on this article "RECENSIONE: KAISER CHIEFS: YOURS TRULY, ANGRY MOB".
I was excited enough to write a thought ;) I do have some questions for you if it's allright. Could it be only me or does it give the impression like some of these responses look like written by brain dead people? :-P And, if you are writing at other online sites, I would like to follow you. Could you list all of your public sites like your twitter feed, Facebook page or linkedin profile?

Feel free to visit my web-site ... Kenny Nordlund graduate education at UCLA

Anonimo ha detto...

Hi there colleagues, how is the whole thing, and what you wish for to say about this paragraph,
in my view its in fact amazing in support of me.


Feel free to surf to my website; purchase hcg

Anonimo ha detto...

Wow! This blog looks just like my old one! It's on a completely different subject but it has pretty much the same page layout and design. Outstanding choice of colors!

Here is my homepage - book promotion

Anonimo ha detto...

Good day! This is kind of off topic but I need some guidance from an established blog.

Is it difficult to set up your own blog? I'm not very techincal but I can figure things out pretty fast. I'm
thinking about setting up my own but I'm not sure where to begin. Do you have any points or suggestions? Thanks

Feel free to visit my web blog ... 18 Year Old Videos Zor Porno