giovedì 22 marzo 2007

COLD WAR KIDS IN ITALIA...

La indie band californiana dei Cold War Kids, tra le rivelazioni della stagione discografica appena conclusasi, si esibirà a Milano il prossimo 14 maggio: al momento, non è ancora stato comunicato il locale destinato ad ospitare l'evento. Il gruppo, capitanato dal cantante e pianista Nathan Willett, ha pubblicato lo scorso anno il fortunato album d'esordio "Robber & Cowards", di cui IndiExplosion vi propone una dettagliata recensione che potrete trovare cliccando qui. Li aspettiamo perchè questo gruppo merita il nostro massimo rispetto non tanto per l'album in sè, ma per l'innovazione sonora di alcuni brani come We Used To Vacation o Hang Me Up To Dry.


Ecco il video di un altro singolo estratto da "Robbers & Cowards" - Hair Down

6 commenti:

fabryd ha detto...

Questa sì che è una grande notizia! Il periodo, almeno per me, non è ideale, ma chi vuole vivere una serata di grande rock non dovrebbe perdere questo appuntamento!!

filus ha detto...

minkia a ki lo dici!
sarà pauroso...cazzola ma nn potevano venire in estate? fuck!

filus ha detto...

cmq ho ascoltato tutto l'album.
Sinceramente nn concordo con quelli ke lo reputano una delusione solo perché le tracce da un certo punto in poi sono "normali" rispetto alle prime, che sono innovative e geniali.
Certo, obiettivamente un calo c'è, ma l'album, nel suo complesso, è veramente godibile.
E poi non dimentichiamo che è il loro primo album, quindi cos'altro ci si potrebbe aspettare?
Sicuramente il prossimo album sarà ancora più originale e, soprattutto, avrà un'identità sonora più delineata.
Ma, ripeto, non c'è assolutamente da essere delusi ascoltando l'intero cd, anzi...

fabryd ha detto...

La penso esattamente come te, Filo! Anche nella recensione ho scritto della loro innovatività, di come mi abbiano sorpreso fin quais dal primo ascolto. Certo, anch'io ho letto qualche recensione non troppo carina nei loro confronti. Ci sta avere altre idee, ma a volte penso che chi scrive recensioni per i siti specializzati abbia un po' la puzza sotto il naso, e fatica a dare giudizi positivi quando non intravede il capolavoro... noi pensiamo di essere più al livello dell'"ascoltatore comune", che giudica solo sulla base di quello che sente, senza preconcetti. E penso che questa sia una delle qualità migliori del nostro blog!

anna ha detto...

Sulle qualità del blog sono pienamente d'accordo con te, Fabryd! E ti dico pure che, se non fosse per queste qualità, difficilmente avrei cambiato il mio approccio con la musica, prima freddo, ora sempre più partecipe!

giulio ha detto...

ragazzi, ma qualcuno sa dirmi se suoneranno al rainbow o al rolling stone, e se sarà una brand new night?

grazie