domenica 15 luglio 2007

CALVIN HARRIS - 'MERRYMAKING AT MY PLACE'

Arriva un'altra proposta dall'eclettico artista britannico Calvin Harris, che ha fatto decisamente breccia nelle charts con i suoi tormentoni electro-dance, il principale dei quali, la ballatissima 'Acceptable In The 80s', sta diventando un piacevole tormentone estivo anche dalle nostre parti. Calvin Harris torna con un nuovo singolo estratto dal suo album d'esordio, 'I Created Disco', già presentato e ovviamente recensito qui su IndiExplosion. Anche il brano che adesso vi proponiamo, 'Merrymaking At My Place', si fonda su un ritmo elettronico martellante e su un ritornello che ti entra in testa e difficilmente ne esce. E', insomma, un pezzo festoso e proprio di una festa parla la canzone, così come il video che la accompagna, nel quale si descrivono i tipici casini di un party organizzato in casa quando i genitori non ci sono. Non manca nemmeno lo (scontato) imprevisto finale, che chiunque ha organizzato una festa all'insaputa dei padroni di casa si è prima o poi trovato a fronteggiare... Calvin Harris: tutto da godere!

28 commenti:

Espo ha detto...

ultim'ora: pare ke la vekkietta abbia accusato un malore, non tanto per le condizioni della sua casa dopo il party, ma più per la bellezza e il ritmo irrefrenabile di Merrymaking. Cmq si è subito ripresa dopo aver scoperto ke era stato fab ad avere in esclusiva il video di Calvin Harris (di fab tutti si fidano) !!!

Fabbra ha detto...

Era uno dei miei pezzi preferiti dell'album (come già avevo detto nella mia recensione di quelche settimana fa) e non poteva che uscire come singolo..
Per quanto riguarda il video è incredibilmente molto ma molto simile a "New shoes" del buon Paolo Nutini, sia come ambientazione, come espressioni del viso che come inquadrature e clima festinesco...non so se ci avete fatto caso!

fab ha detto...

Mi andrò a riguardare il video del buon Paolo Nutini che al momento non ricordo... e mi scuso per avre causato il malore alla povera vecchietta anche se, da come era messa la casa, penso che sia stata quella la vera causa!!:)

braun ha detto...

ragazzi, questo è un commento che non riguarda questa canzone.
io dico: una cosa è proporre musica ed un'altra cosa è dire ke la musica ke proponete la ascoltate quotidianamente xkè è fantastica. penso ke la prima opzione non implichi necessariamente la seconda.

braun ha detto...

x quanto riguarda il signor harris mi secca anche pronunciarmi, non vorrei ripetermi tutto qui....una cosa buona la fa xrò...porta la figa! portala anke a noi calvin!!

Fabbra ha detto...

Ma c'è un modo per bloccare Braun dai commenti? Comunque non ho colto in pieno il tuo monito lanciato...

filus ha detto...

braun, ma ke cazzo hai detto???
marzullo in confronto a te si può fare una sega!!!huahuahuahua!!!!

comunque 'sto Calvin Harris rules alla grandissima, e non solo perké porta figa.
E poi 'sto sound tipico della disco anni '80, misto a un ritmo ripetitivo e martellante che sfiora la psikedelia, ha un effetto molto relaxing...
davvero non male...
io 'sta musica ce la vedo un bordello nei coffee-shop, anzi, nei dance-coffee-shop, ke tra l'altro nn esistono, ma ke potrebbero essere inventati, ovvero dei luoghi dove si fuma spini e si balla...
tra l'altro rileggendo ciò ke ho scritto, sembra quasi ke uno spino me lo sia fumato anch'io...
comunque voto 8+ a Calvin!!!

Fabbra ha detto...

...bravo Filus e vaglielo a spiegare a tuo compare...come non farsi trascinare da simili sound...mah!

Espo ha detto...

non ho pienamente afferrato il concetto espresso da braun, penso ke di presenza il tutto potrà essere chiarito, detto questo mi fa piacere ke anke filus si stia avvicinando al sound di calvin, elektro rules!

anna ha detto...

"Bruno", è molto difficile che un articolo appartenente ad un blog (="web log":"diario in rete") sia asettico e spassionato come un pezzo di giornalismo. Dato poi l'argomento che hanno scelto i tre autori in questione, la musica, è quasi impossibile che non traspaia il loro modo di sentire la resa artistica del suono e, in questa "soggettività", può benissimo rientrare la dichiarazione di un ascolto quotidiano dei pezzi proposti da parte dei blogger -dichiarazione collocata, per altro, nello spazio dei "commenti". Forse tu vorresti tiepidi e schematici resoconti informativi, ma vedo la tua critica ben poco costruttiva e anzi vicina all'incoerenza: tu che metti all'indice il "personalismo" degli autori nel "reclamizzare" i pezzi proposti, in realtà sei il primo a rivolgere un critica "personale" non all'argomento in sè, riguardo al quale forse ti accontenteresti di scarne introduzioni, ma alla mera espressione individuale, primo principio della comunicazione.

P.S.: Complimenti per il maschilismo imperante...

Fabbra ha detto...

Maschilismo che traspare più che altro dai commenti all'articolo e non dall'articolo stesso...e tra l'altro evidenziato dalle parole dagli utenti che commentano e che quindi dimostra una certa estraneità al pensiero e alle idee degli autori del blog ...

anna ha detto...

;) chiaro, non mi sarei mai sognata di attribuire a Fab un atteggiamento maschilista.. Il mio biasimo va a chi usa inappropriate e sguaiate metonimie nel riferirsi alla Donna...
Autori esclusi!

filus ha detto...

bah...complimenti ad anna ke è stata l'unica a capire bruno marzullo, e ora aspettiamo qualcuno ke con un suo commento ci aiuti a capire cosa cazzo ha detto anna marzullo..huahuahuahuah!!!!
ah ragà parlate come magnate!!!!

fab ha detto...

braun ha evidentemente le idee un po' confuse: questo blog nasce per far conoscere un tipo di musica particolare, che noi evidentemente apprezziamo! Non scriviamo mica che è uscito l'ultimo di Justin Timberlake solo per dire che ci fa schifo!! Proponiamo soltanto la musica che amiamo: può capitare che il nuovo pezzo di una band indie non ci piaccia, e infatti lo scriviamo (vedi recensione dei Bravery). E', come dice anna, una caratteristica di questo blog l'entusiasmo dei post...

filus ha detto...

bravo frabba pensaci tu!!!
pigliali per il culo usando le loro stesse espressioni...hihihihi.

W il blog, abbassus i commenti incomprensibilis...

anna ha detto...

Filo, vatti a studiare un poco d'italiano... Questo lo capisci?! =D

filus ha detto...

boh, comunque apparte lo skerzo non ho capito dove sta questo "maschilismo imperante"

anna ha detto...

...Beata ignoranza!!!!!!!

filus ha detto...

dai anna tekitisi!!!
lo sai ke ammiro il modo in cui parli la nostra beneamata lingua... a me mi piace assaissimo e anzi volessi anche io parlare come hai capace di farcelo tu...
insegnace...huahuahuahuahua!!!

anna ha detto...

Wow! Vedo che partiamo da ottime basi! ahahahahahahahahahahahah ;D

Umberto Eco ha detto...

anna il tuo linguaggio è troppo barocco, troppo pomposo. la vera forza di un bravo oratore è riuscire a fare capire agli altri concetti difficili e complessi in modo chiaro e semplice. tu purtroppo accecata dalla tua vanità spagnoleggiante ti lasci andare in discorsi volutamente complicati. come ben sai invece di solito dietro la pomposità c'è poca sostanza. siccome tutti sappiamo ke non è il tuo caso, cerca di migliorare questo aspetto del tuo linguaggio.

fab ha detto...

Ringraziamo l'esimio dottor Eco per il suo prezioso intervento e lo invitiamo a visitare sempre più spesso il nostro blog!!:)

ex- "oca" spagnoleggiante ha detto...

Grazie per avermi definita "accecata dalla mia vanità spagnoleggiante"... Credo che neanche in mille vite sarei riuscita a dipingermi in questi termini.. Grazie per esserti intromesso anche in un discorso con un mio amico storico, nel quale tu non c'entri niente, a meno che l'amico storico non si nasconda sotto le mentite spoglie di umberto eco..
Grazie per avermi chiarito le idee, anche se il Barocco è sempre stato uno dei miei punti deboli. Grazie per aver definito il mio linguaggio pomposo, quando io gli attribuirei semplicemente carattere di complessità, perchè una cosa è dire: "pomposo", "gonfiato", "ridondante", un'altra è dire "preciso", "accurato", "chirurgico".. Nel caso della spiegazione chiaramente e volutamente polemica che riservavo a Bruno, cercavo semplicemente di interpretare quella differenza sottile (fra il proporre qualcosa e il dire di fare quella cosa tutti i giorni), che lui raccomandava di rispettare ai blogger.. Mi sono divertita, è vero, ad andarci giù sul pesante, ma me lo potevo permettere, data la confidenza e l'affetto che mi legano al mio amico..
Ora, dopo questo sprazzo di aggressività, passo ai toni concilianti, in piena sincerità: ti ringrazio per aver espresso una "non-indifferenza" nei miei confronti, anche se non so chi sei, é evidente che mi conosci.. Sono pronta ad accettare altre critiche in futuro, ma se partiranno dai presupposti della "vanità" che mi attribuisci, caro mio, non hai capito niente..
Io credo nella forza della parola, non esiste pensiero che non sia fatto di parole, ho un debole per il linguaggio forbito, sì, e non credo di fare del male a nessuno per questo, per quanto riconosca che non sempre è "simpatia" quella che si comunica attraverso l'aria del saccente. Detto questo, mi scuso se ti sono sembrata ancora una volta troppo "barocca", spero di non averti dato di nuovo l'idea che io esprima poca sostanza, e spero che tu abbia compreso che è mia abitudine adattare i registri alle situazioni, e che se io uso un determinato linguaggio con un mio interlocutore è perchè lo ritengo pienamente capace di seguirmi, e non perchè voglia annebbiargli il cervello! Cercherò comunque, in futuro, di "semplificarmi".

P.S.: mi scuso con gli autori se ho usato questo spazio in maniera inappropriata. Non accadrà più!

fab ha detto...

anna: teikitisi!!!:)

Fabbra ha detto...

Cmq si è capito chiaramente chi è stato l'autore di quell'ittitante e fuori luogo commento...d'altronde è uno che giornalmente si cimenta in questa attività...
Cmq vorrei invitare gli utenti a non trasformare lo spazio commenti MERAMENTE MUSICALI ed artistici in una finestra web di UOMINI E DONNE...thanks!...ma credo che ancke loro non vogliono scadere così tanto e se ne rendono gia conto...è solo per rispetto a coloro i quali magari volessero commentare la musica e poi si ritrovano invischiati in certe "querelle" o in questi discorsi di persone che tra l'altro neanke conoscono a differenza nostra...perla serie i panni sporchi si lavano a casa...

anna ha detto...

Certo, Fabbra, hai ragione! ;D

Anche a me è piaciuto il nuovo singolo di Harris, anche se ancora non so apprezzare appieno l'electro-dance e compagnia bella. I video, però, finora, non hanno niente di sorprendente, nota di demerito per Calvin..

braun ha detto...

kiunque si sia permesso di scrivivere tali assurdità sulla mia amica Anna si consideri un ignorante presuntuoso in quanto da ciò ke ha scritto si evince ke non conosce affatto la medesima..

braun ha detto...

tornando a Calvin fabbra, + lo ascolto e + non riesco a fare a meno di ammaccare repeat. è troppo bravo, un grande, minkia mi fa venire voglia di andare in pista a ballare....insomma il mio dio. grande colpaccio di indiexplosion come al solito blog N° one! fabbra rules!