venerdì 12 ottobre 2007

E' ONLINE IL NUOVO ALBUM DEI RADIOHEAD!!

Praticamente non si parla d'altro nel mondo della musica già da settimane: l'iniziativa pionieristica dei Radiohead, che hanno deciso di distribuire il loro nuovo disco tramite un sito Internet (a partire da ieri) e con offerta liberamente decisa dall'utente, sta facendo discutere appassionati ed addetti ai lavori. I Radiohead hanno insomma deciso di disfarsi dell'intermediazione delle case discografiche, almeno per quanto riguarda la diffusione digitale del disco, liberalizzando anche il prezzo del download. Parallelamente, da dicembre partirà la vendita del disco vero e proprio, con l'aggiunta di contenuti extra, alla cifra impegnativa di 40£ (circa 60 euro). Ma sarà appunto un qualcosa in più, riservato a chi ha la possibilità e la disponibilità per spendere una cifra del genere. Ci si chiede: è un'iniziativa portata avanti allo scopo di attirare l'attenzione sul disco, o è un'autentica svolta nell'industria musicale? O magari entrambe le cose. Noi non ce la sentiamo di rispondere a questi quesiti, ma segnaliamo la notizia più rilevante per i fan dei Radiohead: da ieri è possibile scaricare il nuovo album 'In Rainbows' sul sito inrainbows.com alla cifra scelta da voi.

6 commenti:

Ajeje87 ha detto...

Ho sentito il cd e non è niente di che. Sulla scia dei precedenti e dell'album da solista di tom york. Va bene tutta la pubblicità e il modo innovativo di vendere la musica, ma bisogna fare anche "Musica". Peccato, loro ne sarebbero capaci

sergio ha detto...

figurati cosa ne posso pensare io che mi sono fermato ad ok computer ed un paio di canzoni di amnesiac.
torno ad ascoltarmi the bends sperando di risvegliarmi da quest'incubo.

Espo ha detto...

purtroppo sono il meno adatto del blog a parlare dei radio...passo parola ai due miei esimi colleghi, fab e fabbra....

fab ha detto...

Ho il cd e devo ascoltarlo come si deve per darne un giudizio... cmq ho letto in giro recensioni entusiastiche di questo disco. Forse un tantino esagerate...

braun ha detto...

finalmente ritornano, peccato che solo fabbra ne sa un po' di radiohead. L'assenza si fa pesare....cmq non vedo l'ora di ascoltarlo. Effettivamente i primi album come Pablo Honey e The Bends sono molto più di facile ascolto ma Kid A e Amnesiac sono dei capolavori, certo un poco orecchiabili. Hail To The Thief è stata un po' una delusione, speriamo in questo nuovo. Cmq i Radiohead sono dei geni della musica ed io mi aspetto sempre tanto da loro. Non capisco le critiche sinceramete. De gustibus.

fab ha detto...

le critiche spesso vengono proprio da chi li "ama" troppo e si aspetta sempre cose straordinarie dai Radiohead. Cmq per apprezzare un disco bisogna ascoltarlo più e più volte...