mercoledì 31 ottobre 2007

EDITORS - 'THE RACING RATS'

Un'altra perla esce fuori da quello che gli amici di IndiExplosion hanno votato come "album dell'anno 2007" scegliendolo tra le nostre proposte. Uscirà il prossimo 26 novembre, infatti, 'The Racing Rats', terzo singolo estratto dall'album-capolavoro degli inglesi Editors, 'An End Has A Start'. E la scelta non poteva essere più azzeccata. Il nuovo singolo è una canzone in perfetto stile-Editors: incalzante, suadente e dark, con il tipico riff di chitarra in primo piano. Il tutto condito dalla magnifica voce di Tom Smith, portata fino allo stremo nella parte finale del pezzo. Insomma, una release di altissima qualità a mio parere, che avevamo notato e segnalato fin dai primi ascolti per la grande potenza evocativa. "If a plane were to fall from the sky / How big a hole would it leave / In the surface of the heart" è la domanda che si pongono gli Editors in questo brano. IndiExplosion vi propone in anteprima il video che accompagna la release. Come d'abitudine, gli Editors ci sorprendono per raffinatezza, descrivendo un'atmosfera oscura caratterizzata da una eclissi di sole provocata dal disegno di una biondissima bimba. Signore e signori: finalmente, 'The Racing Rats'!

5 commenti:

Ale ha detto...

Eeeee capolavoravo, non esageriamo, i capolavori sono altri...cmq io preferivo il primo, degli Editori...visto che il suono del secondo si è un pochino troppo commercializato...


SALUTI.

fab ha detto...

Ammetto che sono un grandissimo fan degli Editors, oggi loro come pochi mi suscitano emozioni intense. Chi non li apprezza come me, riterrà giustamente i miei giudizi esagerati. Questo secondo cd è di impatto più difficile, ma dopo diversi ascolti raggiunge (quantomeno) il livello del primo. Io non penso che siano diventati più commerciali: forse soltanto 'And End Has a Start' è "commerciale"...

Espo ha detto...

chapeau agli editors, aspettiamo la risposa degli Interpol (rest my chemistry????-ma ci vorrà + tempo)

Ale ha detto...

Non fraintendetemi, al concerto degli editors a roma, due anni fa, eravamo in 200....piacciono molto anche a me, ma prima di definire un albim un capolavoro ne passa...elenco i capolavori secondo me:-

Oasis-Definitely Maybe

The Jam- Beat Surrender

Arctic Monkey- Whatever Peaple....

Beatles- Sgt. Peppers

Radiohead- Ok Computer

fab ha detto...

Ok mi arrendo: se mi riporti quegli esempi ritiro la parola "capolavoro":)
Sta di fatto che sono una delle realtà più coinvolgenti degli ultimi anni in UK! Hanno qualcosa di speciale questi ragazzi e la musica che fanno difficilmente potrebbe essere etichettata come "solita solfa". O no???