giovedì 5 aprile 2007

ALTERNATIVE INDIE !!!

Oggi vi proponiamo un pezzo che alla stragrande maggioranza della gente potrà sembrare tutto fuorchè indie-music: invece no, ascoltatelo e poi riascoltatelo di nuovo, vi innamorerete del suono della batteria, della chitarra, della pianola e della voce molto distorta (magari un po' meno di quest'ultima!!! ). Loro sono i Battles, novità della scena indipendente newyorkese, usciti alla ribalta con "Atlas" che anticipa il loro album, in uscita a Maggio, "Mirrored". Rock o schifezza americana ??? A voi bloggers il giudizio finale !!!


Guarda il "claustrofobico" video di "Atlas"
Vai sul sito MySpace dei Battles

9 commenti:

anna ha detto...

Espo, vendi male il prodotto...
Ero partita con duecento pregiudizi sull'americanata che avrei ascolato, e invece...E' TROPPO FORTE!!!!!!!
Ascoltandola sembra di assistere ad una riunione di gnomi schizzati e famelici sul punto di celebrare un rito sacrificale... Materiale per la fantasia, insomma, (di cui io ho costantemente bisogno...). Mi piacerebbe anche conoscere il significato del testo (che al momento nn si trova sui siti addetti), sempre che un testo, poi, ci sia... :D

fabryd ha detto...

...e anche da anna arriva un rimbrotto al giovane espo... sarà un caso??
Anna, certo che hai una fantasia da fare paura! l'immagine degli gnomi schizzati è geniale!

anna ha detto...

Grazie Fabryd!!!!! Sarà merito delle fiabe con cui mi hanno "imbottita" da piccola, e che ricerco tuttora, anche se sono cresciuta...

Per quanto riguarda Espo, deve solo affinare un pò la tecnica. Poi è ok.

Espo ha detto...

oh,grazie x avere apprezzato il mio sforzo x scoprire questo nuovo gruppo, davvero!!! E' solo che ovunque il giudizio su questa band è altamente contrastante, e anche il sottoscritto a un primo ascolto, non era convinto a pubblicizzare questo gruppo:li conosco da un bel po', ma io su indie voglio parlare di bella musica, non di roba inascoltabile...al secondo ho apprezzato il rock sperimentale e ho pubblicizzato,ma..WARNING: può non piacere.... tutto qui!

fabryd ha detto...

espo, non farti provocare...

filus ha detto...

ma quali fiabe e fiabe!!!
la fantasia ke si ritrova anna è frutto di un'infanzia fatta di droga e sregolatezza!!!

hihihihihihi!!!!!!!

filus ha detto...

cmq, parlando del gruppo, nn so se la sua musica si possa definire una skifezza.
Sicuramente è un rock che si avvicina molto al genere psichedelico, tanto è vero che "Atlas" ricorda tantissimo (plagio?) "One of These Days" dei Pink Floyd (per intenderci la sigla di Dribbling).
Quanto al video beh, di video claustrofobici se ne sono visti e rivisti a miglaia nella storia della musica, e questo nn fa eccezione.
Paradossalmente il video è meno originale della musica.
Da rivedere...

Fabbra ha detto...

Bravo Filus si vede che hai un orekkio fin!
Anche a me hanno subito dat l'impressione di sonorità Pinkfloidiane, questi alti e bassi, saliscendi musicali e cambi d ritmo struimentali tipici dei Floyd.
Anche il disco che ho appena scaricato è molto pieno di queste sonorità.
Certo nn facile d'ascolto,(tracce molto lunghe, anche superiori ai 7 min)ma si farà apprezzare per gli amanti della psikedelia '60, come gia detto Floyd o Silver Apples su tutti.

anna ha detto...

Vero, filus, ti ricordi? Eravamo ricoverati nella stessa comunità di recupero..